Comincia da qui

Evoluzione del music business – parte 2

Oggi viviamo nella quinta generazione del music business, ovvero Music 3.0.

E’ un mondo nel quale l’artista, per la prima volta, può comunicare, interagire, promuovere e vendere direttamente al suo pubblico, ed il pubblico può replicare in tempo reale. Questa possibilità è qualcosa per la quale i fans accaniti vanno matti, nessun minimo dettaglio è insignificante per loro, e ciò rende Music 3.0 così potente.

Il cambiamento più rilevante avvenuto con l’avvento di Music 3.0 riguarda la sua stessa struttura, in quanto l’intermediario è stato tagliato fuori dal processo. L’artista ed il fan sono ora in contatto diretto a qualsiasi livello decidano di esserlo, dalla creazione, alla promozione, al marketing, alla commercializzazione. Ma il semplice essere in contatto con un fan può risultare tanto occasionale quanto a volte lo è con gli amici ed i familiari. I veri fans, proprio come gli amici ed i parenti, vogliono una comunicazione regolare ed è così anche per gli artisti stessi, che se ne rendano conto o meno.

Music 3.0 consente all’artista di promuoversi e farsi pubblicità direttamente con i fans. Se potete raggiungerli, potete far loro conoscere i vostri prodotti (musica, biglietti per i concerti, merchandising). Se potete raggiungerli, potete vendere loro direttamente (sebbene “offrire loro un prodotto” è un modo più accurato di porre la questione). Ancora più importante, Music 3.0 vi consente di dialogare con i fans al fine di aiutarvi a capire come gestire al meglio le vendite ed il marketing. Cosa vuole il fan? Chiedeteglielo. Vuole essere avvertito quando venite in città? Vuole una versione remixata di una canzone? Sarebbe interessato ad un cofanetto in edizione speciale? Se chiedete, sarà lieto di rispondervi.

Questa è l’essenza di Music 3.0 – la comunicazione tra il fan e l’artista, ovvero la capacità dell’artista di auto-promuoversi.

Leave Your Comment

Your Comment*

Your Name*
Your Webpage